VIDEO: A VILLALAGO, “IN VACANZA” MAMMA ORSA CON I SUOI QUATTRO CUCCIOLI

 

Villalago è un piccolo comune dell’entroterra abruzzese, posto ai confini del Parco Nazionale d’Abruzzo. E’ un piccolo gioiello, arroccato sopra i monti, una caratteristica tipica qui in Abruzzo. Conta poco più di 600 anime, e fa parte del circuito dei “Borghi più belli d’Italia”.
Recentemente Villalago è balzato agli onori della cronaca, grazie ad un’orsa marsicana che ha partorito ben quattro cuccioli e ha deciso di omaggiare il piccolo borgo con la sua presenza. L’orso bruno marsicano, è il simbolo del Parco d’Abruzzo, ed è una sottospecie differenziata geneticamente dagli orsi delle Alpi e dunque rappresenta un endemismo esclusivo dell’Italia centrale.

Il fatto di per sé insolito, soprattutto per via dello “straordinario parto” ha portato Villalago a diventare meta di un gran numero di curiosi e fotografi, pronti al “click dell’anno”. Gli orsi infatti partoriscono ogni due o tre anni e solitamente mettono al mondo due, raramente tre cuccioli. Quattro cuccioli è quindi un evento straordinario, è infatti la prima volta che si osserva un’orsa con 4 cuccioli nel territorio del Parco, non avendo nessuna evidenza scientifica che un altro episodio analogo si sia mai verificato in passato, o almeno da quanto risulta negli annali del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.
I numerosi turisti che erano giunti a Villalago, rischiavano però di disturbare mamma orsa, così il sindaco del piccolo borgo hanno introdotto alcune normative, nonchè chiusure di strade, proprio per proteggere i plantigradi.


Ancora una volta l’Abruzzo si attesta come una regione unica dal punto di vista naturalistico, e con un rapporto speciale e privilegiato con gli animali; unica regione ad aver creato un equilibrio nella convivenza tra uomo e animale; unica regione ad aver creato quel turismo davvero ecologico grazie ad un profondo rispetto con la natura e l’ambiente.
Qui gli orsi non si cacciano, non si uccidono, ma si proteggono e se un’orsa partorisce, un intero paese si mette a sua disposizione.
Un territorio che riesce a far riprodurre diverse specie di animali, molte delle quali erano in via di estinzione, è un ambiente forte e sano e che merita di essere tutelato.

Rossella Tirimacco

Nel video, l’albero di ciliege della signora Ivana Pini viene preso di mira da mamma orsa e dai suoi cuccioli per cibarsi. Ed è sempre la signora Ivana, che noi di Abruzzo Forte e Gentile ringraziamo per la concessione delle immagini, che immortalerà questi momenti unici e speciali.

Precedente VISITARE L'ABRUZZO: VIAGGIO VIRTUALE DA CIVITELLA ALFEDENA A SULMONA Successivo LA FORTUNA DI "SBAGLIARE STRADA": LA CHIESETTA DI SAN VINCENZO SULLA STRADA PROVINCIALE 86