IMG_20170425_164950

Culla di Giuda, il torturato veniva tenuto sospeso al di sopra di un cavalletto dalla punta acuminata. Attraverso un sistema di corde veniva mosso in modo che la punta penetrasse nei genitali o nell’ano. In realtà la vera tortura consisteva nella permanente veglia del condannato al quale non era permesso di rilassare il corpo dato l’acume sottostante.

Lascia un commento

*