RICETTE ABRUZZESI: LE ZOLLE SOTT’OLIO

Nonna Anna all’opera per la preparazione delle “zolle d’aglio rosso di Sulmona sott’olio”. Per “zolle” a Sulmona si intende lo ‘Scapo Fiorale’ ovvero il gambo al cui apice si sviluppa il fiore dell’aglio. Questo inizia a nascere dalla pianta intorno al 20 di maggio, circa un mese prima della raccolta dell’aglio. Ed è appunto con questa parte dell’aglio che vengono utilizzate per farne delle ottime conserve.
Una volta preparate possono essere utilizzate come contorni, insalate, come condimenti per carni e ragù, o semplicemente si possono accompagnare ad una deliziosa bruschetta.
Nonna Anna ci mostra alcuni passaggi della preparazione dei barattoli sott’olio.

Pulizia delle zolle. Nonna Anna tra campane tibetane e incenso, pulisce le zolle. In questa fase vengono eliminate le parti dure e utilizzata la parte più tenera.

                                                       Lavaggio delle zolle

 

   Cottura delle zolle in aceto e vino                                                                 

Una volta asciugate in un canovaccio, il giorno successivo le zolle possono essere messe nei barattoli. A discrezione si può utilizzare anche del prezzemolo.

.                                           Le conserve prima della chiusura con il tappo

Precedente L'ABRUZZO DA SCOPRIRE: JUVANUM, LA CITTÀ DEGLI ANTICHI CARRICINI Successivo INCONTRO ONLINE: SAN GIOVANNI E I RITI DEL SOLSTIZIO D'ESTATE